giovedì 12 novembre 2009

No Disabili esclusi

Santa Marinella 8/11/2000

Carissimi al di là del grande dispiacere che ho per queste persone malate di SLA, e per ciò che sono costrette a fare, lottare non solo per la loro malattia, si è giunto un altro dolore per me. La vostra scelta è ingiusta e per niente sensibile. Oltre la SLA, esiste la SMA, la Distrofia Muscolare, la Sclerosi Multipla, la Fibrosi Cistica e altre centinaia di malattie terribili e terminali dove avranno comunque bisogno di essere intubati con tracheotomia come me. Poi però ci sono anche Disabilita che non sono Terminali ma che davanti ai mie occhi sono morti, mangiati dai decubiti, fame nell’abbandono totale e in situazioni medioevali. Questi esseri umani Secondo voi devono soffrire e morire solo perché non hanno la SLA? Credo propri che non è rispettoso per tutte le altre Disabilità e nemmeno per me che sto rischiando la vita con un semi sciopero della fame dal 25 maggio per far dare l’assistenza e l’aumento delle Pensioni a tutti i Disabili. Perché non avete sostenuto con una forte unione la mia battaglia? Non è la stessa vostra richiesta? Onorevole Conscioni la prego uniamoci per tutti e visto che siamo il sesto paese più ricco del mondo non faccia le interrogazioni ma chieda a Tremonti i soldi che servono. Io non molerò mai, fino alla morte. Vorrei parlarle urgentemente e così Le lascio il numero e tutti gli indirizzi per tutte le informazioni che forse non ha visto. Cordiali saluti

Alessandra Incorato

Tel 0766513121 Cel 3922759171 o 3283535815

http://alessandraincoronato.blogspot.com

you Tube alessandraincoronato

Facebook alessandra in rame

martedì 10 novembre 2009

ECCO LA MAI CONDIZIONE FISICA ATTUALE

È dal 25 maggio che sto in un semi sciopero della fame, e i primi tre giorni in completo sciopero. Il Governo non risponde ed ora vi mostro i mie Referti Medici che ne è responsabile lo stesso. Spero che non debba con questi Certificati dare la responsabilità anche alle Televisioni, se sono capaci di nascondere anche questo sacrificio che mi sta portando in un grosso pericolo di VITA. Non mollerò mai, fino alla fine di questo scempio. Tremonti e Berlusconi hanno dichiarato che siamo il sesto paese più ricco del mondo, quindi stiamo tranquilli, non credo che possono continuare a farci soffrire e morire, per Costruire ponti e autostrade. siamo Categorie Protette e loro fuori leggi, anti Costituzionali. Pensioni di 255,13€ a 584€ e l’obbligo dell’assistenza familiare gratuita. Questo chiedo per tutti i Disabili per una sopravvivenza e basta morti per abbandono. Se volte salvare la mia vita, accettate le mie condizioni, sarebbe solo un gesto di Giustizia e di Civiltà, Vostro dovere. Uniamoci e facciamo finire questa assurdità.
Alessandra Incoronato









 



SIGNIFICATO



Certifico che la Sig. Incoronato Alessandra, nata a Roma il 10/04/68 a Roma e residente in Santa Marinella Via dei Gladioli n.1 dal 25/05/09 la paziente iniziato lo il semi sciopero della fame, che ha determinato allo stato attuale un forte stato di debilitazione. Tale situazione  psicopatologica ha determinato il ricovero Ospedaliero della stessa. La paziente è andata incontro a crisi ipoglicemiche ripetute e diselettrolitemia  è stato di dimagrimento e denutrizione. Successivamente la stessa è stata invitata a sospendere lo sciopero della fame e allo stato attuale persiste lo stato di ipoglicemia e disselettrolitemia con gravi ripercussioni in riferimento al suo equilibrio psicofisico.



Dott. Fratesco Rossiello